sabato 12 luglio 2008

The importance of being earnest

Dopo aver letto il "il ritratto di Dorian Gray" ho continuato leggendo la più stravagante e divertente commedia uscita dalle geniale mente di Oscar Wilde: "l'importanza di essere onesto".
I personaggi sono uno più particolare dell'altro tutti con caratteristiche che li rendono unici e con fortissima personalità. Ognuno di essi rapresenta una particolare peculiarità della società londinese dell'ottocento che li rende incredibilmente divertenti nei loro vizi. Molte volte mi sono ritrovata a ridere per le affermazioni senza senso di Algy o per il suo noncurante vivere momento per momento senza troppe preoccuppazioni, ma ogni scena, anche nei momenti più seri riserva un' imprevista battutta che porta immediatamente al riso. Soprattutto leggendo quest'opera teatrale non si può non apprezzare la grandissima maestria di Oscar Wilde che solo con le parole riesce a crare delle situazioni imprevedibili ed estremamente comiche che si sviluppano attraverso incomprensioni, inganni e scambi d'identità.

Tutto questo prende luogo in un'atmosfera tranquilla e soleggiata che sembra voler sottolineare l'ozio della vita aristocratica, rotto solamente dai due diversi, ma sotto sotto uguali, protagonisti. E nell'inaspettata conclusione lo stesso Jack arriverà a capire quanto importante sia essere onesto.

VOTO: 10 E LODE




L'importanza di essere onesto - Oscar Wilde - Ed. Mondadori

20 commenti:

fabio r. ha detto...

visto anni fa' in versione teatrale fatto da una compagnia inglese. molto carino!

e poi il titolo stesso è già indicatore dell'ironia di Wilde! Un piccolo capolavoro di sintesi!

AndreA ha detto...

Anche io l'ho visto anni fa' in versione teatrale fatto da una compagnia inglese.
Interessante davvero.... ;-)))

Un bacio, buona domenica! :-)

Mat ha detto...

l'importanza di chiamarsi ernesto è molto più bello, te lo consiglio.
parla di un giovane, ernesto....

Baol ha detto...

Buon inizio di settimana! :*

M@rcello;-) ha detto...

... no, mi dispiace, questo libro invece mi manca...

... tralatro in questo periodo mi è ritornata la voglia di riprendere in mano tutti i classici che da ragazzino, mi sono sempre rifiutato di leggere... se capita l'occasione coglierò sicuramente!

ti saluto sempre con il solito grande abbraccio, buon inizio di settimana a te,
M@;-)

Irene ha detto...

x fabio e

x andrea

Penso che sia stato veramente bellissimo vederlo a teatro... sempre fortunelli voi due con le vostre splendide esperienze! ciao ciao

x mat: se ti riferisci al film l'ho visto anch'io: veramente simpatico e poi riporta i pezzi integrali del libro... ciao ciao

x baol: un buonissimo inizio anche te! ciao ciao

x marcello: te lo consiglio... è uno spasso! I classici sono veramente da riscoprire sempre! ricambio l'abbraccione ciao ciao

Fabioletterario ha detto...

E di Il fu Mattia pascal, non mi dici niente? Per me è il romanzo più bello della letteratura italiana...!

M@rcello;-) ha detto...

confermo a pieno quello che dice Fabioletterario Pirandello e il fu Mattia Pascal spakkano dibbbrutto!;)

... c'ho fatto anche la tesi al diploma di maturità! :)

ciao a tutti,
M@;-)

Valeh ha detto...

quando studiavo "oscarino" al liceo mi soffermavo sempre a ripetere il titolo di quest'opera... e sorridevo per la sua genialità!
ernesto-onesto.. onesto-ernesto... mhuahahau! :o)

Tenebrae ha detto...

Ciao sono Mary, al momento ti scrivo con il nome di mio marito!!!!!!!!!!!!!!!
Ebbene si sono adesso una donna sposata.......miiii che impressssssssssione!!!!!!!!!!!
Però bellissimo, il matrimonio si è celebrato il 12 luglio ed è andato benissimo....
Ancora non ho potuto collegarmi con il mio pc, ma prestissimo lo farò, per cui molto presto aggiornerò il mio blog, per le foto spero di poterle pubblicare presto.
A proposito di Dorian Gray, l'ho letto due anni fa, anch'io reticente come te ed anch'io ho dovuto ricredermi, bellissimo, questo invece nn l'ho ancora letto.
Al momento, oltre che fare la moglie e pulizie di casa, sto leggendo un libro consigliato da te : "Nei boschi eterni", quando lo finirò ne scriverò sul mio blog, ho un bel pò di cose da raccontare!!!!!!!!!!
Un bacio e a presto
La signora Tenebrae........ahahahahah

Suysan ha detto...

beccata in castagna...questo libro non l'ho letto!!!!
vedrò di rimediare al più presto

LauBel ha detto...

pienamente in accordo con il tuo dieci e lode! abile ritratto della società londinese, ricco di sorpresa e ironia... grande wilde!

Irene ha detto...

x fabioletterario e

x marcello:

calma calma... datemi tempo e arriverò anche alla letteratura italiana e quindi Pirandello. ciao ciao

x valeh: ciao doctor-bis e ancora auguri per la laurea. W oscarino

x mafalda: ciao sposetta! Si legge la gioa e aspetto il resto sul tuo blog. Che bello leggere che i libri che commento diventano spunto per essere letti anche da voi. Vedrai che non ti deluderà. Un bacio a te e al maritino! e ancora cari auguroni!

Irene ha detto...

x suy: stendeti sul tuo bellissimo sdraio e goditi la lattura allora.
un bacione

x laubel: grande wilde, super wilde! Geniale wilde, stravagante wilde... troppo avanti per quei tempi! ciao ciao

laumig ha detto...

anch'io ho avuto la fortuna di vederlo a teatro: brillante e sferzante come wilde è capace di essere e scrivere. il titolo tradotto però perde il carattere più intrigante che ha nell'originale, earnest. :)

MariCri ha detto...

tra le commedie di Wilde non è male neanche "il ventaglio di lady Windermere". a me piace il suo modo di prendere in giro i vizi della società vittoriana in cui è vissuto. Bacioni

Silvia ha detto...

E' assolutamente perfetta!!! L'ho letta una marea di volte: interi dialoghi sono, secondo me, vere e proprie pillole di saggezza!!

Ciao! ;-))

J. Cole ha detto...

Adoro questa commedia!
Letta e riletta, vista e rivista! :D

10 e lode mi sembra poco, io le assegnerei un bell'11! ;)

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie