lunedì 21 gennaio 2008

celiachia, intolleranze, allergie alimentari

Teresa Tranfaglia Ritonnaro
Macro Edizioni


Ho sempre sentito parlare di intolleranze e allergie, ma solo ora che lo vivo personalmente, avendo la mamma intollerante sia la glutine che al lievito di birra, mi rendo conto di quanti piccoli problemi si incontrano.
Non parlo della gestione degli alimenti nell’ambito domestico, bene o male uno riesce a prepararsi qualcosa da mangiare che sia sano e adeguato alle sue esigenze, ma può diventare problematico anche solo essere in centro città e voler mangiare un piccolo snack per smorzare la fame. Ti ritrovi davanti alla vetrinetta bellissimi cornetti, pasticcini, pizzette, mega tramezzini e tu sei lì che di queste cose non puoi mangiare nulla. Se sei fuori casa per lavoro o per una semplice uscita domenicale, ti fermi in autogrill e non puoi permetterti di ordinare i mitici “4 Camogli” alla Svarione degli Anelli! Poi in ristorante non sempre trovi cose adeguate alla tua alimentazione, una semplice pastasciutta è un veleno. Allora devi girare con lo zainetto sopravvivenza con dentro l’essenziale per poter mangiare senza incorrere nei gravi problemi che l’intolleranza porta. A chi è intollerante basta veramente poco per star male e deve organizzarsi molto bene.

Consiglio la lettura del libro non solo per le ricette ma anche perchè si parla di alimentazione e la prevenzione di tante malattie parte prima di tutto dalla tavola. L’autrice stessa scrivere il libro proprio dopo la sua esperienza, raccontata con tutta la sofferenza provata nel trovare una cura per la malattia che colpisce da piccolissima la sua seconda figlia. Trova la soluzione ai problemi di salute con l’alimentazione visto che la medicina ufficiale proseguiva con una limitata cura non trovando altre spiegazioni e soluzioni più radicali.

Ho scoperto che dalle intolleranze non sorgono solo problemi di digestione o allergia, ma anche di asma, mal di testa, vertigini, reumatismi e tanti altri.
Insomma veramente è a tavola che nasce la vera prevenzione. E’ giusto puntare alla ricerca, ma se ci fossero degli incentivi per le colture biologiche sarebbe un vero inizio verso la salute. Invece non mangiamo sano, visto gli interessi economici che ci sono dentro alle nostre tavole.

24 commenti:

Lele ha detto...

Ciao Irene...io per fortuna non sono allergico a niente,ma immagino quanti problemi ci sono per chi ne soffre....!Dico soffre perché é una vera e propria sofferenza secondo me....!
Divertita sulla neve a fare snow....!?
Un salutone....!

Suysan ha detto...

Per un periodo si sospettava che mio figlio fosse allergico ad alcuni alimenti....è stat una sofferenza non poter dare da mangiare ad un bimbo un pezzo di pizza mentre te la chiede....per fortuna tutto risolto per il meglio ma capisco chi deve afrontare certe cose

mafalda ha detto...

Già molte perosne affrontano questi problemi tutti igiorni, il brutto è quando si è piccoli e si vorrebbero mangiare le merendine con i compagni!!!!Si soffre da matti!!!
Io non sono allergica a nulla, o meglio non digerisco per niente il latte e derivati, però lo mangio ugualmente ed a volte rimango piegata in due dal dolore de panza...ma la mattina col freddo che fa una tazza di latte caldo mi aiuta ad affrontare il freddo...ho provato i veri Zymil, ma è sempre la stessa cosa, il latte di soia mi fa male perchè mi fa diventare lo stomaco di pietra e così anche qeullo di riso!!!!
Quando arrivo al limite della sofferenza, lo stacco e per un lungo periodo nn lo bevo, poi lo rirpendo fino alla prossima volta in cui nn ci la faccio più!
Lo so sono tosta!!!! ;)
Bacio

viola ha detto...

Poco fa ho anch'io postato su questo tema...le mie però non sono intolleranze, ma si tratta di allergie vere e proprie..comunque ti auguro di essere più forte di me, io continuo comunque mangiare quello che non dovrei...si scherza con il fuoco, ma è difficile rinunicare a quello che ci piace:D

mafalda ha detto...

Ti volevo dire una cosa: mi piace come hai cambiato il blog!!!Quesi libri sono belli!!!!!!!!;)
Ma soprattutto uno che si vede asssai!!!Ahahahahahah

Irene ha detto...

X lele: è si... non tanto per il cibo ma quanto per le problematiche in cui ci si imbatte quotidianamente. Snow=Grazie mi sono divertita molto!

X suysan: sono contenta che alla fine sia andato tutto bene... per i bambini è ancora più difficile perchè devi motivarglielo. ciao!

X Mafalda: il problema è che se mangi qualcosa di cui sei intollerante come minimo finisci in ospedale! ciao!

x Viola: è difficile ma piuttosto di stare male si fanno anche questi sacrifici... ciao!

X Mafalda: quale?!? mi metti curiosità così!

andrea matranga ha detto...

Ciao Irene grazie per le belle parole che mi hai lasciato sul post. Volevo invitarti a leggere un post che ho pubblicato su un rivenditore per prodotti per celiaci.Forse ti potrebbe interessare.
Ciao

ROXI B-Mora fanclub ha detto...

Ciao, sono Roxi, una fan sfegata dei B-Mora... Come, non conosci i B-Mora? Allora vieni a conoscerli sul mio blog... Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi della loro musica!!!!!

Ciao e buona musica!! :-)

Grissino ha detto...

eh sí, il nostro organismo é un equilibrio delicato. Anche io ho un pó di allergie...
:-(

Giovanna Alborino ha detto...

la dietologa mi ha detto che si diventa intollerante ad un certo alimento quando se ne fa' un uso eccessivo, pero'poi con il tempo si ritona alla normalita'..
tua mamma se e' diventata ora intollerante, prima o poi dovrebbe stare meglio?!

cmq e' vero, la vera prevenzione e' a tavola..

buona giornata

LA CONIGLIA ha detto...

le allergie sono un grosso problema...Lo vedevo in gelateria dove chi era celiaco o intollerante al latte doveva stare attento a mille cose e io di conseguenza...Ma poi ho imparato a comportarmi come si deve e ora in gelateria ci sono una marea di gusti per diverse intolleranze e i clienti ci adorano :)

mafalda ha detto...

Per quanto riguarda Harry Potter sono arrivata alla pagina 409.
Il libro che è messo proprio in evidenza è quello di cui citi la frase!!!!!!!!!! :)
Ciau bella

Mat ha detto...

cavolo! questo purtroppo mi interessa direttamente...

D ha detto...

Sì, è vero.

Spesso si sottovalutano gli effetti del mangiare sano.

Probabilmente questa parola richiama alla mente l'antitesi di "mangiare con gusto" ma non è affatto così.

Certo che le allergie alimentari sono un peccato, per quelle difficoltà che hai descritto tu, che impediscono anche di vivere bene alcune situazioni piacevoli a volte.

Comunque, complimenti per le capacità di osservazione ed immedesimazione e come sempre per i consigli di lettura.

Ciao

Irene ha detto...

x andrea: leggerò sicuramente il post. grazie mille ;O) ciao

x roxi: mai sentiti prima. vedrò di entrare e poi ti saprò dire. ciao

x grissino: dobbiamo proprio rispettarlo il nostro organismo...altrimenti si vendica!

x giovanna: per mia mamma i problemi sono serietti! dopo vengo da te... aspettami! ciao

x coniglia: ciao giramondo... !Ci credo che i clienti vi adorino, quando vedono queste attenzioni si sentono tranquilli e coccolati. Bravissimi... i miei complimenti!

x Mafalda: se non l'hai letto, mettilo nella lista... una meraviglia! ciao

x mat: problemi di intolleranza? Mi dispiace!

x d: infatti... anche una cena con gli amici diventa un problema!

LauBel ha detto...

Ottimo ricettario, mia cugina che è celiaca mi ha detto che le è stato molto prezioso... alla prossima!! come è andata con lo snowboard???

MariCri ha detto...

brava, fa sempre bene diffondere un po' di informazione riguardo la salute. io non ho allergie, ma in questo periodo potrai immaginare come sto attenta atutto quell che mangio, visto che lo magiamo in due!
questo week end i miei amici vanno tutti a sciare in folgaria e io...a casa! uffa!!!

Scorpio79 ha detto...

Fortunatamente le uniche intolleranze alimentari di cui soffro dipendono direttamente dal mio palato: se una pietanza mi piace la tollero, sempre e comunque. Il problema, casomai, sta nel fatto che sono piuttosto delicato a tavola... Ciao Scorpio79

Anonimo ha detto...

Giusto x un saluto ;-)
Ciaooooo
Grissino / Grissinen

Valeh ha detto...

una mia amica.. cefalee cefalee.... temi il peggio.. salta gli esami all'università... fai esami specifici... e da poco ha scoperto che p intollerante al grano (non al glutine)...
la parte comica è che suo padre lavora in barilla.. e il ragazzo in ferrero (gli strati croccanti dei dolci hanno una base con farine di grano).... eheheheh!

pOpale ha detto...

Ti meriti un bel premio... passa da me e te lo consegno :)

Irene ha detto...

x laubel: lo snow è divertentissimo... e poi la montagna è sempre un tiramisù! ciao ciao

x maricri: immagino le attenzioni, dimostri che una donna è mamma già da subito perchè pensa per due! Dai pensa che il prossimo inverno sarai con lo zainetto e il baby tutti su in montagna... come facevano i miei con me!

x scorpio79: occhio alla sfida. Appuntamento dopo le 19. Cerca di essere puntuale. ;D

Irene ha detto...

x grissino: in cerca di identità che sei risultato anonimo? ;D

x valeh: molti si portano avanti dei problemi di salute e poi cambiando alimentazione si risolvono. siamo proprio delicatini!

x popale: ma dai... stavo pensando la stessa cosa! GGRRAAZZIIEE;D ciao

Mat ha detto...

vere e proprie allergie :(

vabbè, ma ormai sono abituato a conviverci :)