venerdì 19 ottobre 2007

La casta


Così i politici italiani sono diventati intoccabili
Stella G. Antonio; Rizzo Sergio - Rizzoli

Aerei di Stato che volano 37 ore al giorno, pronti al decollo per portare Sua Eccellenza anche a una festa a Parigi. Palazzi parlamentari presi in affitto a peso d'oro da scuderie di cavalli. Finanziamenti pubblici quadruplicati rispetto a quando furono aboliti dal referendum. "Rimborsi" elettorali 180 volte più alti delle spese sostenute. Organici di presidenza nelle regioni più "virtuose" moltiplicati per tredici volte in venti anni. Spese di rappresentanza dei governatori fino a dodici volte più alte di quelle del presidente della Repubblica tedesco. Province che continuano ad aumentare nonostante da decenni siano considerate inutili. Indennità impazzite al punto che il sindaco di un paese aostano di 91 abitanti può guadagnare quanto il collega di una città di 249mila. Candidati "trombati" consolati con 5 buste paga. Presidenti di circoscrizione con l'autoblu. La denuncia di come una certa politica, o meglio la sua caricatura obesa e ingorda, sia diventata una oligarchia insaziabile e abbia allagato l'intera società italiana. Storie stupefacenti, numeri da bancarotta, aneddoti nel reportage di due famosi giornalisti.


VOTO - Tutti hanno dato il massimo del voto

Non ho ancora letto questo libro e quindi riporto fedelmente i commenti lasciati su IBS di alcuni lettori:

gianluca - Prima cosa leggetelo, seconda indignatevi, terza consigliatelo pubblicizzatelo diffondetelo. Il popolo bue deve sapere! Vergogna!
konni konniz@hotmail.com - ottimo libro, alcuni vicende sembrano uscite da un romanzo, ma questa è l'Italia dei poteri... nessuno ci batte in Europa!
Giuseppe - Spiegatemi perchè dargli il titolo di "onorevoli"?? Forse sarebbe meglio dargli un titolo più consono al loro operato?
Massimo - Semplicemente stu-pen-do!!! Da leggere e far leggere a tutti. Grazie a Stella e Rizzo per il gran lavoro svolto. A me é piaciuto soprattutto perché fa nomi e cognomi senza riserve di sinistra, centro, destra: lo schifo non ha colori politici.
Claudio - Noi italiani che ci consideriamo furbi e creativi, ci meritiamo una classe politica... furba e creativa. Ottimo libro, il più interessante che abbia letto insieme a Gomorra di Saviano.
Pietro - Assolutamente sconsigliato a chi soffre d'ulcera!!! invece di studiare o di cercare faticosamente un lavoro questo libro spinge a scendere in campo (campo politico) l'importante è avere poca dignità e tanto pelo sullo stomaco. complimenti agli autori per il coraggio avuto nello scrivere questo libro e tutto quello che guadagneranno sarà meritato.

8 commenti:

signor ponza ha detto...

Io l'ho letto e lo consiglio. Per capire quanto siano distanti da noi.

clarus ha detto...

Finalmente questo libro, di cui ho tanto sentito parlare in treno (ehm..non c'è cosa per me più divertente di ascoltare i commenti di persone che non conosco) è arrivato nella libreria di casa..bene bene..scavalcata la montagna dei libri universitari, mi lancerò all'impazzata a leggere "la casta" tanto per capire qualche cosa su come funziona, o meglio mal-funziona, dalle loro parti.

Anonimo ha detto...

da leggere... da consigliare... da rimanere "schifati"... da far aprire gli occhi...
Mario

Gloutchov ha detto...

E' un libro che temo... già mi viene il sangue amaro a vedere Report, o le Iene.. figurati se mi metto a leggere La Casta, come minimo mi viene un infarto dalla rabbia. Ma va fatto. Tutti devono sapere... caspiterina. Siamo noi che li abbiamo massi lì! :/

Irene ha detto...

x signor ponza,mario clarus: chissà che il passaparola informi e faccia riflettere
x gloutchov: non abbiamo "materiale umano" valido che ci porti a scegliere... ecco la vera tristezza!

Daniele ha detto...

Dopo i problemi che ha causato al tuo papà.... :-) Adesso manca che lo legga tu...

Grissino ha detto...

Io mi son ben guardato al leggerlo. E' un perfetto manuale dell'auto-inc..tura. Lo leggi e diventi furioso. Notevole, no?
:-D

Irene ha detto...

x daniele e x grissino: già, lo devo leggere per vedere come si scatena la ira di Irene.